A scuola di Leadership: RYLA

A scuola di Leadership: RYLA

Nonostante il tempo ancora rigido, è finalmente cominciata la primavera. Il benvenuto alla stagione della rinascita/fioritura porta con sé l’atteso appuntamento di formazione rotariana: il Ryla.

Anche quest’anno infatti, dal 9 al 14 aprile 2018, l’Hotel Fior di Castelfranco Veneto (TV) apre i battenti a numerosi rotaractiani (e non solo) desiderosi di vivere quest’esperienza unica. Giunto al suo 35esimo compleanno, il Ryla ospiterà tutti i giovani interessati a una tematica attuale: “Il Nordest e l’Europa agli inizi del 2000: problemi e prospettive”.

Di cosa si tratta?

Sapete tutti che cos’è il Ryla? È l’acronimo per Rotary Youth Leadership Awards. Si tratta di un programma rotariano di formazione alla leadership, rivolto principalmente agli studenti delle scuole superiori, a studenti universitari di tutte le facoltà e a giovani professionisti. L’iniziativa si rivolge insomma a tutti i ragazzi tra i 18 e i 30 anni, che, selezionati e finanziati dai Club padrini, avranno l’opportunità di trascorrere una settimana in compagnia e di investire sulla propria crescita personale e sulle proprie qualità di leadership.

Alcune immagini della scorsa edizione del Ryla distrettuale, a Castelfranco Veneto

L’organizzazione prevede la partecipazione attiva a seminari, presentazioni o attività alternati a visite aziendali, per entrare nel cuore del lavoro e capirne gli ingranaggi pratici.

Non uno, ma tanti Ryla

Le opportunità Ryla non si esauriscono qui! Ci sono tante altre iniziative analoghe, spesso meno conosciute. Preponendosi di offrire a tutte le generazioni la stessa possibilità di fare questa fantastica esperienza e di comprendere anche i territori geografici più ampli di un solo distretto, il Ryla è anche:

  • Ryla Junior: un seminario residenziale intensivo ai giovani dai 14 ai 18 anni. L’obiettivo preminente è accrescere in questi giovani il senso di responsabilità e trasmettere appieno quei valori che sarebbe auspicabile caratterizzassero il nostro vivere civile. Sinergia, lavoro di squadra, amicizia e aggregazione ne sono gli elementi cardine che rendono l’esperienza unica. Nel nostro distretto vengono organizzati numerosi Ryla Junior dai Rotary Club Padrini, anche e soprattutto per permettere un facile spostamento ai ragazzi.
  • Ryla internazionale: nella nostra associazione, l’azione internazionale è molto importante e dunque non poteva mancare l’occasione di poter allargare il proprio orizzonte di conoscenza personale e culturale attraverso la promozione di questo genere d’iniziativa. Si tratta sempre di un’esperienza formativa dedicata ai giovani under 30, ma dal respiro multiculturale.

Quest’anno, una socia del nostro Distretto, Valentina Cognini (Rotaract club Verona International), ha colto l’opportunità di partecipare a uno di questi eventi, il Ryla internazionale di Montpellier. Come racconta, si è trattato di un’occasione unica per visitare la graziosa cittadina francese e le sue realtà imprenditoriali, come la DELL, incubatore di start up, oltre che per stringere amicizie speciali. Grazie a quest’esperienza, cafferma, ho potuto entrare in contatto con un nuovo modo di fare Rotaract, in un contesto più internazionale, interrogandomi anche su importanti questioni del nostro mondo attuale. Un valore aggiunto sono stati infatti i seminari dal tema “E-Business, Media e Etica”. Altrettanto unico è stato entrare in contatto con numerosi rotaractiani francesi, ma anche libanesi, ciprioti, spagnoli e turchi mi ha permesso di conoscere una volto nuovo del Rotaract, che mi ha svelato come i valori della nostra associazione siano universali, condivisi e interpretabili secondo le diverse culture e punti di vista. La prossima occasione di Ryla internazionale è quella offerta dai club croati di Varazdin e Medimurje, dal 12 al 15 Aprile 2018, sul tema Time Management: How productive are you?. I requisiti per partecipare sono un buon livello di inglese e tanta voglia di mettersi in gioco (per maggiori informazioni, contattare la nostra reporter Nicole Matteoni).

Valentina Cognini, la nostra intervistata

Perché partecipare?

Riflettiamo un attimo sul significato del Ryla, che non è solo un acronimo privo di sostanza: queste quattro lettere contengono, in realtà, la finalità di una grande macchina organizzativa che ha come unico obiettivo la formazione dei giovani che vogliono aprire la porta del mondo.

Ma non solo.

Certo, è sicuramente la più grande opportunità di crescita personale e formazione di responsabilità civica, oltre che di sviluppo per le proprie doti di leadership e cooperazione. È importante infatti affrontare i problemi sapendo attingere alle proprie risorse con la consapevolezza delle proprie capacità: per noi ragazzi, per esempio, ricetta essenziale per un passaggio sereno dagli studi al mondo del lavoro.

Al di là dell’aspetto contenutistico e formativo, ritengo di dover dare il giusto spazio anche alla componente personale e, più in generale, umana.

Dal punto di vista personale, il Ryla è un’esperienza di vero e proprio arricchimento dove la consapevolezza del senso di gruppo e la maturità di ciascuno assumono un ruolo chiave durante le attività. Ognuno ha, dunque, un ruolo e partecipa attivamente, contribuendo con il proprio apporto personale alla buona riuscita del corso.

La componente umana ritengo che possa tradursi in una parola chiave: motivazione. L’opportunità unica che viene offerta a noi ragazzi, desiderosi di trovare il nostro posto nel mondo, passa attraverso l’incoraggiamento, la speranza e la riflessione che quando c’è la volontà, una forte motivazione di fondo ed una grande passione, qualsiasi obiettivo può essere raggiungibile. Ci possiamo e ci dobbiamo credere.

 

Rotary Youth Leadership Awards (RYLA): sono quattro parole cui è possibile aggiungere tutto il carico di amicizia e determinazione, gioia e formazione, divertimento e conoscenza che contraddistingue ogni Ryla. Solamente quattro, dunque, che racchiudono un mondo indescrivibile e da scoprire! Se ancora non avete fatto quest’esperienza, cosa aspettate?!